FANDOM


Keiji Mutoh
190px-KeijiMutoh.jpg
Statistiche
Ring Names Kokushi-Muso
Super Black Ninja
White Ninja
The Great Muta
Super Ninja
Keiji Mutoh
Space Lone Wolf
Altezza 6 ft 3 in (191 cm)
Peso 237 lbs (107 kg)
Nato 23 dicembre 1962
Fujiyoshida, Yamanashi
Morto
Residenza
Provenienza
Allenato da Hiro Matsuda
Debutto 1984
Ritiro

Keiji Mutoh (23 dicembre 1962), conosciuto anche come The Great Muta, è un wrestler giapponese conosciuto per la sua permanenza presso la National Wrestling Alliance (NWA), la World Championship Wrestling (WCW), la New Japan Pro Wrestling (NJPW) e la All Japan Pro Wrestling (AJPW). Attualmente lotta nella All Japan Pro Wrestling.

Mutoh è una volta World Champion avendo conquistato il NWA World Heavyweight Championship. Nel corso della sua carriera ha conquistato anche una volta il NWA World Television Championship, due volte l'AJPW Triple Crown Championship, tre volte l'IWGP World Heavyweight Championship, sei volte l'IWGP World Tag Team Championship, due volte l'IWGP Unified World Tag Team Championship e una volta i WCW World Tag Team Championship.

Carriera nel wrestling

Gli esordi (1984-1988)

Mutoh viene allenato da Hiro Matsuda nell'accademia della New Japan Pro Wrestling. Debutta il 5 ottobre 1984 contro Masahiro Chono. Durante il suo primo stint in New Japan, conquista i IWGP Tag Team Championship insieme a Shiro Koshinaka. Intorno al 1985, Mutoh si trasferisce negli Stati Uniti per imparare anche lo stile americano. Lotta brevemente nella World Class Championship Wrestling, assumendo il ringname Super Ninja, avendo un feud con Kerry Von Erich prima di abbandonare la federazione. Nel 1988, viene messo sotto contratto dalla Jim Crockette Promotions, affiliata della National Wrestling Alliance, dove assume il ringname The Great Muta.

Jim Crockette Promotions / World Championship Wrestling (1989-1990)

La prima apparizione di Muta avviene il 18 marzo 1989, accompagnato dal suo manager Gary Hart, che lo presenta come il figlio di Great Kabuki, a cui ha fatto il manager anni prima. Muta feuda con wrestler del calibro di Lex Luger, Ric Flair e Sting da cui conquista il NWA World Television Championship il 3 settembre. Perde il titolo il 2 gennaio contro Arn Anderson. Qualche tempo dopo, ritorna nella New Japan, alternando la gimmick di The Great Muta a sé stesso.

Ritorno in New Japan Pro Wrestling (1990-2009)

Al suo ritorno in New Japan, Mutoh conquista l'IWGP Tag Team Championship insieme a Masahiro Chono contro Hiroshi Hase e Kensuke Sasaki. Nel 1991, insieme a Chono e Shinya Hashimoto, cementa il suo status come prossime stelle della New Japan superando wrestler come Antonio Inoki, Tatsumi Fujinami e Riki Choshu. Nel 1992, sotto la gimmick di Muta, conquista l'IWGP Heavyweight Championship sconfiggendo la leggenda giapponese Riki Choshu. Il 4 gennaio 1993, Muta difende l'IWGP Heavyweight Championship e conquista il NWA World Heavyweight Championship contro Masahiro Chono, diventando il secondo wrestler a detenerli contemporaneamente insieme a Tatsumi Fujinami. Il regno dura poco, dato che perde il NWA World Heavyweight Championship a SuperBrawl III contro Barry Windham. Mutoh difende l'altro suo titolo da avversari come Hulk Hogan, Sting, The Great Kabuki e Masahiro Chono. Perde il titolo il 20 settembre 1993 contro Shinya Hashimoto. Forma un team con Hiroshi Hase, conquistando l'IWGP Tag Team Championship per la terza volta insieme a lui contro gli Hellraisers (Hawk Warrior e Power Warrior) nel novembre 1994. Mutoh conquista l'IWGP Heavyweight Championship per la seconda volta sconfiggendo Shinya Hashimoto il 3 maggio 1995. Dopo aver vinto il titolo, Mutoh e Hase rendono vacanti i titoli di coppia. Perde il titolo il 4 gennaio 1996 contro Nobuhiko Takada. Nella seconda metà del 1996, feuda con il nWo Japan capeggiato da Masahiro Chono. Nel 1997, turna heel entrando a far parte lui stesso della stable. Poco dopo, insieme a Masahiro Chono conquistano i IWGP Tag Team Championship per la seconda volta come team, mentre Muta lo conquista per la quarta volta. Alla fine, rendono vacanti i titoli nel maggio 1998, poiché Muta si infortuna al ginocchio. Al suo ritorno, Muta subisce la ricaduta dell'infortunio continuando comunque a lottare, conquistando l'IWGP Heavyweight Championship per la terza volta sconfiggendo uno dei bracci fidati di Chono, Scott Norton. Alla fine del 1998, Mutoh diventa il capo del nWo Japan, trasformando la stable in face. Alla fine del 1999 perde il titolo contro Genichiru Tenryu. La lunga faida tra Mutoh e Chono si risolve il 4 gennaio 2000, con la vittoria di Chono. In seguito, prende un periodo di pausa per curare le ginocchia. Tornato dalla pausa, sembrava che per Mutoh la carriera dovesse finire, ma rinnova il suo look ritornando in New Japan il 4 gennaio 2001. Nell'estate 2001, Mutoh conquista i IWGP Tag Team Championship per la quinta volta insieme a Taiyo Kea. Il 27 aprile 2008, sotto la gimmick di Muta, conquista l'IWGP Heavyweight Championship per la quarta volta sconfiggendo Shinsuke Nakamura. Perde il titolo il 4 gennaio 2009 contro il suo allievo, Hiroshi Tahanashi. Dopo il match, Mutoh dice che ha passato tutto al suo allievo Tahanashi e che lascierà la New Japan Pro Wrestling per lasciarla ai giovani.

All Japan Pro Wrestling (2002-presente)

L'11 gennaio 2002, Mutoh sciocca il mondo giapponese prendendo parte agli show della All Japan Pro Wrestling, storica rivale della New Japan. Il 30 novembre, viene annunciato da Mokoto Baba che il nuovo presidente della All Japan diventa Mutoh, a cui vengono trasferiti i poteri dalla famiglia Baba. Il 27 dicembre 2003, Mutoh sotto la gimmick di Muta, ritorna negli Stati Uniti per un tour interpromozionale tra la All Japan e la Ring of Honor, dove insieme ad Arashi sconfigge Christopher Daniels e Dan Maff. Il 29 settembre 2008, Muta conquista l'AJPW Triple Crown Championship sconfiggendo Satoshi Kojima. Il 7 giugno 2011, Mutoh da le sue dimissioni come presidente, rimanendo nel roster come lottatore e membro del Consiglio.