FANDOM


Hulk Hogan
190px-Hulkhogan_1_full.png
Statistiche
Ring Names The Super Invader
Hulk Hogan
Hollywood Hulk Hogan
Hollywood Hogan
Terry Boulder
Mr. America
Sterling Golden
Altezza 6 ft 7 in (2.01 cm)
Peso 302 lbs (137 kg)
Nato 11 agosto 1953
Augusta, Georgia
Morto
Residenza Tampa, Florida
Provenienza Venice Beach, California
Allenato da Hiro Matsuda
Debutto 1977
Ritiro

Terry Eugene Bollea (11 agosto 1953), conosciuto come Hulk Hogan, è un wrestler, attore, personaggio televisivo e musicista americano. Attualmente è sotto contratto con la Total Nonstop Action Wrestling (TNA), dove ricopre il ruolo di General Manager di Impact Wrestling. Hogan è diventato famoso sopratutto negli anni '80 e primi anni '90 con il personaggio di Hulk Hogan interpretato in World Wrestling Federation (WWF) e con il personaggio di Hollywood Hogan, leader malvagio del New World Order (nWo) nella World Championship Wrestling (WCW).

Hogan è stato inserito nella WWE Hall of Fame nel 2005. E' un 14 volte World Champion, avendo conquistato per cinque volte il WWF Championship, una volta il WWE Undisputed Championship, sei volte il WCW World Heavyweight Championship e due volte l'AWA World Heavyweight Championship. Egli ha il secondo regno più lungo come WWF Champion (dopo Bruno Sammartino) e il regno più lungo degli anni '80, durato per 1474 giorni. Detiene anche il primo regno più lungo come WCW World Heavyweight Champion durato per 469 giorni. Hogan ha vinto la Royal Rumble 1990 e 1991, facendo di lui il primo uomo a vincerne due consecutivamente.

Carriera nel wrestling

Gli esordi (1977-1979)

La sua carriera nel wrestling comincia quasi per caso: viene notato in una palestra dai fratelli Brisco, che lo convincono a cominciare la carriera da wrestler dato il suo fisico. Viene allenato per circa due anni dal leggendario Hiro Matsuda. Il suo primo incontro avviene il 10 agosto 1977 affrontando un wrestler locale di nome Brian Blair, terminato in parità. Poco tempo dopo, decide di indossare una maschera e assumere l'identità di The Super Destroyer. Nel maggio 1979 ottiene un match valido per il NWA World Heavyweight Championship, titolo più prestigioso a quel tempo, perdendolo.

World Wrestling Federation (1979-1980)

Lo stesso anno, l'ex campione NWA Terry Funk lo porta alla World Wrestling Federation, dove il promotore Vincent J. McMahon rimane impressionato dal suo carisma e il suo fisico. Gli viene affidata l'identità di Hulk Hogan. Fece il suo debutto nel tempio del wrestling, il Madison Square Garden, sconfiggendo Ted DiBiase. Inizia uno dei più celebri feud della storia del wrestling contro Andrè The Giant, che tocca il culmine il 9 agosto, dove viene sconfitto. La sua popolarità tocca alti livelli, al punto che Sylvester Stallone gli propone una parte nel film Rocky III, parte che accetta contro la volontà di Vincent McMahon. Hogan lascia la WWF a causa di questo screzio.

New Japan Pro Wrestling e American Wrestling Association (1980-1983)

Fa la sua prima apparizione in Giappone nel 1980, quando era ancora sotto contratto con la WWF. Qui usa un parco mosse diverso rispetto a quello usato in WWF, usando mosse più tecniche. Il 2 giugno 1983, diventa il primo vincitore del International Wrestling Grand Prix sconfiggendo la leggenda giapponese Antonio Inoki per KO. Dopo aver finito le riprese di Rocky, Hogan fa il suo debutto nella American Wrestling Association, di proprietà di Verne Gagne, debuttando come heel, ingaggiando come manager Johnny Valiant. Ben presto il pubblico comincia a tifarlo, con i booker che sono costretti a farlo turnare face. Diviene ben presto il babyface della compagnia, ingaggiando per tutto il 1983 un feud contro l'AWA World Champion Nick Bockwinkel e il suo manager Bobby Heenan. In diverse occasioni Hogan conquista il titolo, ma gli viene revocato ogni volta, perchè Gagne non lo ritiene un wrestler tecnico. A seguito di questi screzi, Hogan viene convinto a tornare alla World Wrestling Federation da Vincent K. McMahon, che ha acquistato la compagnia da suo padre, che si è ammalato di cancro. Dopo vent'anni, prima che Hogan venga inserito nella WWE Hall of Fame, il figlio di Verne, Dale Gagne gli riconosce la vincita dei titoli contro Bockwinkel, rendendolo un due volte AWA World Champion.

Ritorno in World Wrestling Federation (1983-1993)

Hogan fa il suo ritorno in WWF il 27 dicembre, sconfiggendo Bill Dixon. Inizialmente è un heel, ingaggiando come manager Freddie Blassie, ma la collaborazione è di breve durata. Infatti il 7 gennaio, Hogan turna face salvando Bob Backlund dall'assalto di tre uomini, liquidando Blassie. Il 23 gennaio, Hogan sconfigge The Iron Sheik, con Freddie Blassie all'angolo dell'arabo, al Madison Square Garden, conquistando il WWF Championship. In realtà Hogan, ha sostituito Bob Backlund poiché infortunato e diventa il primo uomo a uscire dalla Camel Clutch di The Iron Sheik. Subito dopo la vittoria del titolo, il commentatore Gorilla Moonson disse “L'Hulkmania è qui”. D'ora in poi Hogan comincia a chiamare i suoi fan “Hulkmanias”. Comincia a vestirsi di rosso e giallo, strappandosi alla maglia al suo ingresso sul ring. Nel corso dell'anno successivo, Hogan diventa il volto del pro wrestling. Partecipa alla prima edizione di WrestleMania il 31 marzo 1985, dove nel main event assieme al suo amico Mr. T, sconfigge il suo nemico Roddy Piper e Paul Orndorff. Nella prima edizione del Saturday Night's Main Event, mantiene il WWF Championship per squalifica contro Bob Orton.

WWF Champion e The Mega Powers (1985-1989)

Nell'edizione del 5 ottobre 1985 del Saturday Night's Main Event, difende il WWF Championship contro Nikolai Volkoff in un Flag Match. Affronta Roddy Piper al Wrestling Classic, mantenendo il titolo per squalifica a causa dell'intervento di Bob Orton. Nel corso del 1986, Hogan difende con successo il titolo contro Terry Funk, Don Muraco, Paul Orndorff, Hercules Hernandez e King Kong Buddy (contro quest'ultimo a WrestleMania II in uno Steel Cage Match). All'inizio del 1987 gli viene dato un trofeo per essere rimasto WWF Champion per tre anni, mentre un altro trofeo viene dato ad Andrè The Giant per essere rimasto imbattuto in WWF per quindici anni. Secondo Andrè, il suo trofeo era più piccolo nonostante il suo traguardo fosse più grande. In un edizione del Piper's Pit, Bobby Heenan annuncia ad Hogan che Andrè The Giant lo avrebbe affrontato a WrestleMania III in un match con in palio il WWF Championship. A WrestleMania III, Hogan difende il titolo, sollevando più di 250 chili. Hogan perde la cintura per una combina tra Ted DiBiase, Andrè The Giant e l'arbitro Earl Hebner nell'edizione di The Main Event del 5 febbraio. Hebner conta la vittoria di Andrè nonostante la spalla di Hogan fosse alzata. Dopo il match, DiBiase compra il titolo da Andrè The Giant, ma la cintura non potendo passare di mano così, viene dichiarata vacante. La cintura viene assegnato in un torneo svoltosi a WrestleMania IV, ma Hogan viene eliminato in semifinale contro Andrè The Giant, incontro conclusosi per doppia squalifica. Interferisce nel main event, aiutando Randy Savage a conquistare il titolo contro Ted DiBiase in finale. Il regno di Hogan è durato quattro anni e quattordici giorni, terzo regno più lungo dopo quello di Bruno Sammartino e Bob Backlund. Hogan, Savage e Miss Elizabeth formano un'alleanza e si fanno chiamare The Mega Powers. Insieme hanno un feud contro The Mega Bucks (Ted DiBiase e Andrè The Giant) che si conclude con la vittoria di Hogan e Savage nel main event della prima edizione di SummerSlam nel 1988. I Mega Powers presto cessarono di esistere, a causa della gelosia di Randy Savage nei confronti di Hogan, che secondo lui con Miss Elizabeth erano fidanzati. Tutto comincia durante la Royal Rumble 1989, dove Hogan elimina per sbaglio Savage dal Royal Rumble Match. Insieme cominciano un feud contro i Twin Towers (Big Bossman e Akeem) che culmina in un match a The Main Event del 3 febbraio 1989. Durante il match, Randy Savage colpisce inavvertitamente Miss Elizabeth, che viene portata nel backstage da Hogan per fargli ricevere le cure mediche, lasciando Savage da solo. Al ritorno di Hogan sul ring, Savage lo colpisce lasciandolo da solo. Hogan riesce a vincere comunque il match, ma quando torna nel backstage viene attaccato da Savage che turna heel. Il loro feud culmina nel main event di WrestleMania V con la vittoria di Hogan su Savage, conquistando il suo secondo WWF Championship.

Vari regni da WWF Champion (1989-1993)

Subito dopo la vittoria del titolo, Hogan gira il film No Holds Barred in cui l'antagonista è Tom Lister Jr. Il feud viene portato anche nel wrestling, con Lister che interpreta il personaggio di Zeus, un monster heel. Il primo scontro fu vinto da Hogan nel main event di SummerSlam 1989, quando in coppia con Brutus Beefcake, sconfigge Zeus e Randy Savage. Hogan vince anche il Royal Rumble Match alla Royal Rumble 1990. Nel main event di WrestleMania VI perde il WWF Championship contro Ultimate Warrior. Il suo secondo regno è durato un anno. Hogan inizia un feud con Earthquake, un gigante che nel maggio 1990 gli rompe le costole, spingendolo a ritirarsi dal wrestling anche perchè ha perso lo spirito combattivo dopo la sconfitta contro Ultimate Warrior. I telecronisti hanno spinto i fan a mandare lettere di incoraggiamento ad Hogan, che ritorna a SummerSlam 1990 sconfiggendo Earthquake. Hogan vince nuovamente il Royal Rumble Match alla Royal Rumble 1991, diventando il primo wrestler a vincere due incontri di questo tipo. Nel main event di WrestleMania VII sconfigge Sgt. Slaughter conquistando il WWF Championship per la terza volta. Nell'autunno del 1991 comincia un feud con Undertaker, che culmina nel main event di Survivor Series 1991, in cui Undertaker conquista il WWF Championship grazie all'interferenza di Ric Flair. Solo sei giorni dopo, Hogan riconquista il WWF Championship per la quarta volta in modo controverso, cosa che renderà il titolo vacante. Il WWF Championship viene assegnato nel Royal Rumble Match della Royal Rumble 1992, ma Hogan viene eliminato da Sid Justice. I due collaborano nell'edizione di The Main Event dell'8 febbraio contro The Undertaker e il nuovo WWF Champion Ric Flair. Durante il match, Sid turna heel lasciando Hogan da solo, ma vincerà ugualmente l'incontro per squalifica poiché Flair schiaffeggia l'arbitro. Inizia un feud con Justice per questo motivo e nei mesi successivi dichiara che sta pensando di abbandonare il wrestling. A WrestleMania VIII sconfigge Sid Justice per squalifica, a causa dell'intervento del manager di Sid, Harvey Wippleman. Dopo il match, viene attaccato da Papa Shango e Justice, ma viene salvato dal rientrante Ultimate Warrior. Hogan ritorna in WWF nel gennaio 1993 dopo una pausa, aiutando il suo amico Brutus Beefcake nel feud contro i Money Inc. (Ted DiBiase e Irwin R. Schyster)e facendosi chiamare Mega-Maniacs. A WrestleMania IX, sconfigge i Money Inc. in coppia con Beefcake solamente per squalifica, non riuscendo a conquistare i WWF Tag Team Championship. Più tardi nella stessa serata, sconfigge Yokozuna conquistando il WWF Championship per la quinta volta. Hogan era stato sfidato dal manager di Yokozuna, Mr. Fuji, ma essendo reduce da una difesa contro Bret Hart, Yokozuna non è in grado di vincere. La sua prima difesa avviene a King of the Ring 1993 contro Yokozuna. L'incontro viene vinto da Yokozuna grazie all'intervento di Harvey Wippleman che colpisce Hogan con un pugno e con Yokozuna che lo schiena dopo un Legdrop. Dopodichè, Hogan non rinnova il contratto lasciando la WWF dopo dieci anni. Nel 1994, scoppia uno scandalo steroidi in WWF. Hogan testimonia che ha preso steroidi per 12 anni e che molti atleti li assumono. La sua testimonianza tiene fuori prigione Vince McMahon, ma la figura di Hogan e della WWF viene macchiata.

World Championship Wrestling (1994-2000)

World Heavyweight Champion e Turn Heel (1994-1996)

Dopo aver lasciato la WWF nel 1993, Hogan si prende un periodo di riposo di circa un anno per stare con la sua famiglia. Nel giugno 1994, Hogan firma un contratto con la World Championship Wrestling di Ted Turner, rivale della WWF. Il suo debutto avviene nel main event di Bash at the Beach 1994, in cui sconfigge Ric Flair conquistando il WCW World Heavyweight Championship. Difende il titolo contro avversari del calibro di Ric Flair, The Butcher e Vader. Nel main event della prima puntata di Monday Nitro del 4 settembre, difende il titolo contro Big Bubba Rogers. Dopo il match, insieme a Randy Savage e Lex Luger scaccia i Dungeon of Doom (Meng, Zodiac, Shark e Kamala) da bordo ring, con Luger che chiede un match per il titolo ad Hogan nella prossima puntata di Nitro, che accetta. Nel main event della puntata di Nitro dell'11 settembre, difende il titolo contro Lex Luger per squalifica a causa dell'attacco dei Dungeon of Doom ai suoi danni. Dopo il match, Hogan e Savage accusano Luger di far parte dei Dungeon of Doom, con quest'ultimo che rifiuta. Così Sting dice a Luger di volerlo come membro del team Fall Brawl, con Luger che accetta. Nel main event di WCW Fall Brawl 1995, insieme a Randy Savage, Sting e Lex Luger sconfigge i Dungeon of Doom in un War Games Match. Dopo il match, Hogan attacca Kevin Sullivan strozzandolo con un nastro. The Giant interviene colpendo Hogan che sembra aver subito la rottura del collo. Nella puntata di Nitro successiva al ppv del 18 settembre, Hogan non è presente a causa dei danni riportati dall'attacco di The Giant. Nella puntata di Nitro del 25 settembre sfida The Giant ad un match per il WCW World Heavyweight Championship. Nella puntata di Nitro del 2 ottobre, Hogan viene intervistato da Mean Gene. Durante l'intervista, un travestito Kevin Sullivan ha buttato del sale nei suoi occhi. The Giant è intervenuto rompendo nuovamente il collo di Hogan, a cui Zodiac rade i baffi. Gli American Males e i Nasty Boys cercano di salvarlo, ma The Giant li colpisce con la Chokeslam. Nella puntata di Nitro del 9 ottobre, Mean Gene lo intervista nuovamente. Hogan dice che vuole mettere le mani addosso a The Giant, quindi esce dall'arena per andare a cercarlo. Nella puntata di Nitro del 16 ottobre, dice che The Giant ad Halloween Havoc proverà l'Hulkmania, dicendo che domenica sarà seppellito. Il suo manager Jimmy Hart, invece, è molto preoccupato per Hogan. Nella puntata di Nitro del 23 ottobre, dice che non considera Sting, Savage e Luger come suoi amici, anzi gli sfida ad un match singolo contro ognuno di loro. Più tardi nella stessa serata, insieme a Savage salva Luger e Sting dall'attacco di The Giant e i Dungeon of Doom, facendoli scappare dal ring. A WCW Halloween Havoc 1995, Hogan e The Giant si sfidano in una gara con i Monster Truck, chi fa uscire l'altro da un cerchio ha vinto. Hogan vince, ma The Giant lo attacca. Nella colluttazione, The Giant cade dalla cima del tetto dell'arena con Hogan che scappa terrorizzato. Nel main event, The Giant si presenta per il loro match. Quando Hogan è sul punto di vincere, Jimmy Hart turna heel colpendo l'arbitro con la cintura dando a The Giant una vittoria per squalifica che a causa della stipulazione speciale gli consegna la cintura. Dopo il match, sopraggiungono Lex Luger e Randy Savage. Luger intrappola nella Torture Rack sia Hogan che Savage, mentre lo show termina con The Giant che alza la cintura al cielo.