FANDOM


Bret Hart
190px-Brethart_1_full.png
Statistiche
Ring Names Bret Hart
Altezza 6 ft 1 in (185 cm)
Peso 234 lbs (106 kg)
Nato 2 luglio 1957
Calgary, Alberta, Canada.
Morto
Residenza Calgary, Alberta, Canada
Provenienza Calgary, Alberta, Canada
Allenato da Mr. Hito
Mr. Sakurada
Stu Hart
Debutto 1976
Ritiro

Bret Sergeant Hart (2 luglio 1957) è un wrestler ritirato e scrittore canadese, attualmente sotto contratto con la World Wrestling Entertaiment con un contratto da leggenda. E' conosciuto per la sua permanenza presso la World Wrestling Federation (WWF), la World Championship Wrestling (WCW) e la World Wrestling Entertaiment (WWE). E' conosciuto con i soprannomi di "The Pink and Black Attack" a causa del suo ring attire e di "Excellence of Execution" per la sua pulizia nel svolgere le mosse. Inoltre, è un membro della famiglia Hart, una delle più importanti nel mondo del wrestling.

Hart è un sette volte World Champion, avendo conquistato per cinque volte il WWF Championship e due volte il WCW World Heavyweight Championship. Inoltre, Hart è il secondo Triple Crown nella storia della WWE. Nel corso della sua carriera ha conquistato anche quattro volte il WCW United States Heavyweight Championship, una volta i WCW World Tag Team Championship, una volta il WWE United States Championship, due volte il WWF Intercontinental Championship e due volte i WWF Tag Team Championship. Ha vinto anche la Royal Rumble del 1994 assieme a Lex Luger. E' entrato a far parte della WWE Hall of Fame nel 2006.

Carriera nel wrestling

Gli esordi (1976-1984)

Viene allenato e introdotto nel mondo del wrestling da suo padre Stu Hart. L'esordio avviene nel 1976 nella federazione di suo padre, la Stampede Wrestling. Dopo molti anni, le difficoltà finanziarie costringono la federazione a chiudere i battenti nei primi anni ottanta e a venderla alla World Wrestling Federation. Il talento di Bret non sfugge a Vince McMahon che gli offre un contratto per la World Wrestling Federation.

World Wrestling Federation (1984-1997)

Hart Foundation e carriera da singolo (1984-1991)

Ad Hart viene affidata la gimmick del cowboy, ma rifiuta. Chiede di essere messo in coppia con Jim Neidhart che aveva Jimmy Hart come manager e di formare un tag team chiamato Hart Foundation. Originariamente un team heel e affiancati da Jimmy Hart, prima di rimanere senza manager. A WrestleMania II, partecipa a una 20-Man Battle Royal che viene vinta da Andrè The Giant. Il suo stile, gli vale il soprannome di “Exellence of Execution”, formando con Neidhart un team assortito di tecnica e potenza. Il 7 febbraio 1987, gli Hart Foundation conquistano i WWF Tag Team Championship sconfiggendo i British Bulldogs (Dynamite Kid e Davey Boy Smith). Perdono i titoli il 27 ottobre contro i Strike Force (Rick Martel e Tito Santana). Dopo aver turnato face, gli Hart Foundation conquistano i WWF Tag Team Championship per la seconda volta a SummerSlam 1990, dove sconfiggono i Demolition (Ax e Smash) in “2 of 3 Falls” Match, anche un po' aiutati dai Legion of Doom. Il 30 ottobre, gli Hart Foundation perdono i titoli contro i Rockers (Shawn Michaels e Marty Jannetty), ma pochi giorni dopo, il passaggio viene invalidato perchè durante il match una corda si è slacciata. Perdono i titoli a WrestleMania VII contro i Nasty Boys (Brian Knobbs e Jerry Sags). Durante la sua permanenza nella Hart Foundation, Hart compete anche da singolo. A WrestleMania IV, non riesce a vincere una 20-Man Battle Royal venendo eliminato per ultimo da Bad News Brown. Tra la fine degli anni ottanta e inizio dei novanta, Hart ha dei match anche con Ricky Steamboat, Mr. Perfect, Randy Savage e Shawn Michaels.

Intercontinental Champion e WWF Champion (1991-1992)

A seguito della perdita dei titoli, gli Hart Foundation si sciolgono, decidendo di intraprendere una carriera da singoli. A SummerSlam 1991, conquista il WWF Intercontinental Championship sconfiggendo Mr. Perfect. A King of the Ring 1991, Hart vince l'omonimo torneo sconfiggendo in finale Irwin R. Schyster. Hart inizia un faida con “The Mountie” Jacques Rougeau quando il manager di Mountie, Jimmy Hart, butta dell'acqua su Bret. Perde il titolo il 17 gennaio 1992 contro Rougeau. A causa di un infortunio, Hart non partecipa al rematch alla Royal Rumble 1992, con il suo posto che viene preso da Roddy Piper, che conquista il titolo. A WrestleMania VIII, Hart conquista il WWF Intercontinental Championship per la seconda volta sconfiggendo Piper. Perde il titolo nel main event di SummerSlam 1992 contro British Bulldog. Hart viene pushato fino a diventare primo sfidante al WWF Championship detenuto da Ric Flair, titolo che conquista il 12 ottobre. Hart difende il titolo contro Papa Shango e Ric Flair, perdendolo a WrestleMania IX contro Yokozuna, dopo l'interferenza di Mr. Fuji. A King of the Ring 1993, Hart vince l'omonimo torneo per la seconda volta sconfiggendo in finale Bam Bam Bigelow. Durante la sua incoronazione, Hart viene attaccato da Jerry Lawler, che dice di essere il vero re della WWF, cominciando un feud. A SummerSlam 1993, Hart sconfigge Lawler per sottomissione, ma quando si rifiuta di lasciare la presa, la decisione viene ribaltata e Lawler vince per squalifica. Il piano originale era quello di fargli vincere il WWF Championship a SummerSlam contro Hulk Hogan per un passaggio della torcia tra generazioni, ma Hogan preferì perderlo contro Yokozuna. Secondo Hart, Hogan non lo ha mai rispettato abbastanza per farlo vincere.

Problemi familiari (1993-1995)

A questo punto, Bret comincia un feud con suo fratello Owen. Tutto inizia a Survivor Series 1993, dove gli Harts (Bret, Owen, Bruce, Keith e Shawn Michaels) sconfiggono tre cavalieri. Della squadra degli Hart, l'unico eliminato è Owen, che inizia a provare della gelosia nei confronti di Bret. Owen sfida Bret ad un match, ma Bret rifiuta. Secondo la storyline, durante le vacanze di Natale, Bret e Owen fanno pace. Alla Royal Rumble 1994, Owen e Bret hanno un opportunità per i WWF Tag Team Championship contro i Quebecers (Jacques Rougeau e Pierre Ouellette). Durante il match, l'arbitro interrompe la contesa poiché Bret si è infortunato al ginocchio. Dopo il match, Owen accusa Bret di essergli costato la sua unica opportunità, attaccandolo al ginocchio infortunato e facendo ripartire il feud fra i due. Più tardi nella serata, Bret riesce a vincere il Royal Rumble Match insieme a Lex Luger, visto che si autoeliminano e toccano terra nello stesso istante, ricevendo le loro title shot a WrestleMania X. A WrestleMania X, Luger fallisce la sua opportunità mentre Bret affronta Owen. Owen lo sconfigge, ma più tardi nella serata, Bret conquista il suo secondo WWF Championship sconfiggendo Yokozuna. Bret continua il feud con suo fratello, cominciandone uno anche con Diesel. A King of the Ring 1994, difende il titolo dopo aver perso per squalifica contro Diesel, quando Bret viene aiutato dal ritorno del suo ex tag team partner Jim Neidhart, che lo soccorre da Diesel e Shawn Michaels. Dopo il match, Neidhart turna heel lasciando Hart in balia degli attacchi di Diesel e Michaels. Neidhart spiega che ha fatto ciò per far realizzare a Owen Hart di poter sfidare suo fratello. A SummerSlam 1994, Bret difende il titolo contro Owen Hart in uno Steel Cage Match. Perde il titolo a Survivor Series 1994 contro Bob Backlund in un match in cui i loro manager (British Bulldog per Hart e Owen per Backlund) avrebbero dovuto gettare l'asciugamano in segno di sconfitta per il wrestler che rappresentavano. Quando British Bulldog viene messo al tappeto, Owen convince sua madre Elena, presente a bordo ring, a gettare l'asciugamano per Bret, facendo vincere Backlund. Il suo feud con Backlund continua fino a WrestleMania XI, dove Bret sconfigge Backlund in un Submission Match.

Vari regni da WWF Champion e reunion degli Hart Foundation (1995-1997)

Hart conquista il WWF Championship per la terza volta sconfiggendo Diesel in un No Disqualification Match a Survivor Series 1995. Alla Royal Rumble 1996, difende il titolo per squalifica contro The Undertaker, mentre il suo rivale nella vita reale Shawn Michaels vince il Royal Rumble Match, fissando un 60-Minute Iron Man Match a WrestleMania XII. Nel main event di WrestleMania XII, dopo un'ora il match finisce sullo 0-0. Il presidente WWF Gorilla Monsoon stabilisce la regola del Sudden Death, ossia il primo che schienerà l'altro avrà vinto. Alla fine, Hart perde il titolo dopo aver subito una Sweet Chin Music. Dopo WrestleMania, Bret si prende una pausa, ricevendo un'offerta di contratto da parte della World Championship Wrestling, ma preferisce rimanere in WWF. Durante l'estate, Hart viene sfidato da Steve Austin ad un match, che riesce a sconfiggere a Survivor Series 1996. Il feud continua anche alla Royal Rumble 1997, quando Hart butta fuori per ultimo Steve Austin dal Royal Rumble Match, ma Austin, non visto dagli arbitri, risale sul ring eliminando Bret e vincendo la rissa reale ottenendo una title shot a WrestleMania 13. Per fronteggiare questa situazione, la WWF decide di stabilire il contendente numero uno attraverso un Fatal Four Way Elimination Match a In Your House 13: Final Four. Dopo che Michaels rende vacante il WWF Championship, il match diventa proprio valido per la cintura. Nel main event di In Your House 13: Final Four, Bret conquista il WWF Championship per la quarta volta sconfiggendo Steve Austin, Vader e The Undertaker in un Fatal Four Way Elimination Match. Il regno però è di breve durata, infatti nella puntata seguente di Raw, Bret perde il titolo contro Sycho Sid in uno Steel Cage Match a causa dell'interferenza di Austin. A WrestleMania 13, avviene il rematch tra Austin e Hart in un Submission Match con Ken Shamrock come Special Guest Referee. Hart vince perchè Austin sviene a causa di una perdita eccessiva di sangue. Dopo il match, Hart continua a infierire turnando heel con Austin che turna face. I piani originali erano di far conquistare ad Hart il WWF Championship a WrestleMania 13 contro Shawn Michaels, ma ciò non è stato possibile perchè Michaels si infortuna due settimane prima. Durante il main event, Hart esce sullo stage, dicendo in un promo shoot che l'infortunio di Michaels è falso e che lo ha fatto perchè non vuole perdere contro di lui. La sera seguente nella puntata di Raw, Austin e Hart si affrontano in uno Street Fight Match, in cui Austin infortuna la caviglia di Hart con un colpo di sedia. Il match termina quando Hart cede alla sua stessa mossa di sottomissione, la Sharpshooter. Austin continua ad attacare Hart anche quando viene messo in ambulanza. Nel main event di In Your House 14: Revenge of Taker, Austin lo sconfigge per squalifica quando The British Bulldog interviene in favore di Hart. Bret forma una stable heel con British Bulldog, suo fratello Owen, Jim Neidhart e Brian Pillman chiamandola New Hart Foundation, feudando con un'altra stable, la Nation of Domination. A SummerSlam 1997, Bret conquista il WWF Championship per la quinta volta contro The Undertaker con Shawn Michaels come Special Guest Referee. Durante il match, Bret sputa in faccia a Michaels che involontariamente colpisce Undertaker con una sediata destinata ad Hart. In questo modo, Hart raggiunge il record di maggior numero di WWF Championship conquistati al pari di Hulk Hogan.

Screwjob di Montreal e abbandono (1997)

In questo periodo, la WWF comincia a risentire un calo economico, non potendosi permettere di pagare il contratto di Hart. Il proprietario Vince McMahon gli dice di dover ridiscutere il contratto per abbassare le cifre, dicendogli anche di valutare l'offerta della World Championship Wrestling. Hart valuta le offerte, firmando poi un contratto con la WCW. Il suo ultimo match sarebbe stato a Survivor Series 1997 contro Shawn Michaels nella sua zona natale, a Montreal. Hart non vuole perdere davanti alla sua gente, con Vince McMahon che accetta di fargli perdere il titolo la sera successiva a Raw. Nonostante l'accordo, a Survivor Series 1997, mentre Hart è intrappolato nella Sharpshooter, l'arbitro chiama la vittoria di Michaels, sotto ordine di McMahon, nonostante Hart non avesse ceduto. La serata si conclude con Hart che sputa in faccia a McMahon e che aggredisce nel backstage davanti a Gerald Brisco, Pat Patterson e il figlio di Vince, Shane. Tutto ciò è stato fatto perchè McMahon era preoccupato che Hart avrebbe portato il WWF Championship in WCW.