FANDOM


Barry Windham
190px-Barrywindham_1_full_2012424_%281%29.png
Statistiche
Ring Names Barry Windham
Widow Maker
Blackjack Windham
Blackjack Mulligan Jr.
Mulligan Jr.
Dirty Yellow Dog
Stable Stud
Stalker
Altezza 6 ft 7 in (201 cm)
Peso 245 lbs (111 kg)
Nato 4 giugno 1960
Sweetwater, Texas
Morto
Residenza Homerville, Georgia
Provenienza
Allenato da Blackjack Mulligan
Harley Race
Debutto 1979
Ritiro 2004

Barry Clinton Windham (4 luglio 1960), è un wrestler ritirato statunitense conosciuto per la sua permanenza presso la National Wrestling Alliance (NWA), la World Championship Wrestling (WCW) e la World Wrestling Federation (WWF).

Windham è una volta World Champion avendo conquistato il NWA World Heavyweight Championship. Nel corso della sua carriera Windham ha anche conquistato per tre volte i NWA World Tag Team Championship, una volta il NWA United States Heavyweight Championship, tre volte i WCW World Tag Team Championship, una volta il WCW World Television Championship e due volte i WWF Tag Team Championship. E' stato introdotto nella WWE Hall of Fame nel 2012 come componente dei Four Horsemen. E' inoltre figlio del WWE Hall of Famer Blackjack Mulligan.

Carriera nel wrestling

Gli esordi (1980-1984)

Windham viene allenato da suo padre Blackjack Mulligan e dal famoso Harley Race. Debutta il 27 novembre 1979 in un match contro J.J. Dillon. In questo periodo interpreta il personaggio del face. Ha un feud con Kevin Sullivan e i suoi alleati. Nel 1984, insieme a Mike Rotunda forma un tag team chiamato U.S. Express.

World Wrestling Federation (1984-1985)

Windham e Rotunda firmano un contratto per la World Wrestling Federation nell'ottobre 1984. Debuttano in WWF come face il 17 novembre sconfiggendo Mohammed Saad e Bobby Bass. Conquistano i WWF Tag Team Championship sconfiggendo i North South Connection (Dick Murdoch e Adrian Donis) il 21 gennaio 1985. A WrestleMania I, perdono le cinture in favore di The Iron Sheik e Nikolai Volkoff. Riconquistano per la seconda volta i titoli il 13 giugno sconfiggendo nel rematch Sheik e Volkoff. Il 24 agosto perdono i titoli contro il Dream Team (Greg Valentine e Brutus Beefcake). In seguito, Windham lascia la WWF.

Jim Crockette Promotions / World Championship Wrestling (1986-1989)

Dopo aver lasciato la WWF, Windham entra a far parte della Jim Crockette Promotions, affiliata della National Wrestling Alliance. Lotta come face, arrivando una volta a sfidare Ric Flair per il NWA World Heavyweight Championship, perdendo.

Four Horsemen (1988-1989)

A Clash of Champions I, insieme a Lex Luger, conquista i NWA World Tag Team Championship sconfiggendo i Brain Busters (Arn Anderson e Tully Blanchard). Perdono i titoli il 20 aprile contro i Brain Busters, quando Windham turna heel tradendo Luger, unendosi ai Four Horsemen. Windham ritorna a competere da singolo, conquistando il vacante NWA United States Championship a Clash of Champions II contro Brad Armstrong. Il suo regno dura nove mesi difendendo il titolo contro avversari del calibro di Dusty Rhodes, Sting e Bam Bam Bigelow. Perde il titolo a Chi-Town Rumble 1989 contro il suo ex amico Lex Luger. Il suo contratto con la NWA termina nel 1989, con Windham che lascia la compagnia.

Ritorno in World Wrestling Federation (1989)

Windham ritorna in WWF nel 1989 con la gimmick di Widowmaker. Nonostante ciò, il suo personaggio non cambia di molto, interpretando il ruolo del cowboy heel. Doveva far parte del team di Randy Savage a Survivor Series 1989, ma lascia la compagnia per motivi non precisati, con il suo posto che viene preso da Earthquake.

Ritorno in World Championship Wrestling (1990-1994)

Reunion nei Four Horsemen (1990-1991)

Nel maggio 1990, Windham ritorna alla World Championship Wrestling e si riunisce con i Four Horsemen, attualmente composti da Ric Flair, Sid Vicious, Arn e Ole Anderson. Alla sua aggiunta, Ole diventa manager del gruppo. Trascorre la maggior parte dell'anno a fare tag team con i suoi compagni di stable. Ad Halloween Havoc 1990, Windham partecipa ad un match controverso. Infatti, si traveste da Sting e si scontra contro Vicious, perdendo. Quando la bufala si scopre, il vero Sting appare e sconfigge Vicious. Windham termina l'anno facendo tag team con Arn Anderson e feudando con i Doom (Ron Simmons e Butch Reed). A Starrcade 1990, il loro match valido per i NWA World Tag Team Championship termina in un no contest quando i membri di ogni squadra subiscono il pin contemporaneamente. Nel 1991, Windham comincia un feud con Brian Pillman, sconfiggendolo a SuperBrawl I in un “Taped First” Match. A metà anno, la World Championship Wrestling si stacca dalla NWA. Il campione in carica Ric Flair viene licenziato e Windham viene dichiarato secondo contendente al titolo dichiarato vacante contro Lex Luger. A The Great American Bash 1991, Windham non riesce a conquistare il WCW World Heavyweight Championship contro Lex Luger in uno Steel Cage Match. In questo match, Windham turna face mentre Luger turna heel, perchè usa tattiche sporche e riceve gli ordini di Harley Race.

World Television Champion e NWA World Heavyweight Champion (1991-1994)

Nell'ottobre 1991, Windham forma un tag team con Dustin Rhodes, cominciando un feud con gli Enforcers (Arn Anderson e Larry Zbyszko). Ad Halloween Havoc 1991, Anderson e Zbyszko lo aggrediscono e lo colpiscono con la portiera della macchina, infortunandolo e mettendolo fuori combattimento. Windham ritorna un paio di mesi più tardi, ricominciando il feud con Anderson, Zbyszko e il resto della Dangerous Alliance. Nella primavera del 1992, inizia un feud con un membro della stable, “Stunning” Steve Austin. Il 9 maggio 1992, Windham conquista il WCW World Television Championship sconfiggendo Austin. Perde il titolo nel rematch il 13 giugno. Il 3 ottobre, insieme a Dustin Rhodes, conquista i WCW Tag Team Championship e i NWA World Tag Team Championship sconfiggendo Steve Williams e Terry Gordy (la NWA non lo riconoscerà). Perdono i titoli a Clash of Champions XXI contro Ricky Steamboat e Shane Douglas. Dopo il match, Windham turna heel colpendo Steamboat con un lowblow e attaccando Dustin Rhodes. Alla fine dell'anno, Windham forma un team con Brian Pillman per riconquistare i titoli persi con Rhodes. A Starrcade 1992, lui e Pillman vengono sconfitti da Steamboat e Douglas. Windham ricomincia la carriera da singolo, conquistando il NWA World Heavyweight Championship contro The Great Muta a SuperBrawl III. Dopo il match, Flair ritorna, ma Windham abbandona il ring. Anderson e Flair cercano di persuadere Windham a riformare i Four Horsemen, ma Windham rifiuta. Per questo, comincia un feud con loro. A Slamboree 1993, difende il titolo contro Arn Anderson. Perde la cintura contro Ric Flair a Beach Blast 1993. Dopo questa sconfitta, Windham si ritira per un anno. Ritorna a Slamboree 1994 come avversario misterioso di Ric Flair, non riuscendo a conquistare il WCW World Heavyweight Championship. Windham si ritira nuovamente, stando fuori per due anni.