FANDOM


Arn Anderson
190px-Arnanderson_1_full.png
Statistiche
Ring Names Super Olympia
Arn Anderson
Martin Lunde
Altezza 6 ft 1 in (1.85 cm)
Peso 255 lbs (116 kg)
Nato 20 settembre 1958
Rome, Georgia
Morto
Residenza Charlotte, North Carolina
Provenienza
Allenato da Ted Allen
Debutto 1982
Ritiro 1997

Martin Anthony Lunde (20 settembre 1958), meglio conosciuto come Arn Anderson, è un wrestler ritirato americano. E' conosciuto per la sua permanenza presso la National Wrestling Alliance (NWA), la World Wrestling Federation (WWF) e la World Championship Wrestling (WCW). Attualmente è sotto contratto con la World Wrestling Entertaiment (WWE), dove ricopre il ruolo di senior producer per il roster di Raw.

Famoso poichè membro di una stable più dominante di tutti i tempi, i Four Horsemen, è stato introdotto nella WWE Hall of Fame del 2012 come parte del gruppo.

Carriera nel wrestling

Gli esordi (1982-1984)

Lunde inizia la carriera nel 1982, lottando in varie compagnie indipendenti degli Stati Uniti. Nel 1983, assume il ringname di Super Olympia, riscuotendo titoli di coppia nelle federazioni con atleti come Buddy Rose. Durante il 1984, il proprietario della federazione in cui lotta, Bill Watts, lo propone a Jim Crockett, che lo assume.

Jim Crockett Promotions (1984-1988)

Lunde passa alla Jim Crockett Promotions, affiliata della National Wrestling Alliance, dove viene notata la sua somiglianza tecnica con Ole Anderson. Ole ha continuato ad affinare le doti di Lunde, fin quando ha deciso di riformare i Minnesota Wrecking Crew con Lunde al posto di Gene Anderson. Lunde assume il ringname di Arn Anderson, che si porterà per tutta la carriera.

Four Horsemen (1985-1988)

Nella seconda metà del 1985, gli Anderson formano un'alleanza con Ric Flair e Tully Blanchard, quando cominciano ad avere nemici comuni, come Dusty Rhodes, Magnus T.A. e i Road Warriors. Il 4 gennaio 1986, Anderson conquista il NWA World Television Championship che era stato reso vacante. I quattro si fanno chiamare Four Horsemen, con l'aggiunta di J.J. Dillon come manager. È stato proprio Anderson a coniarne il nome durante un'intervista. Anderson ha mantenuto la cintura per nove mesi, prima di perderla il 9 settembre contro Dusty Rhodes. La prima battuta d'arresto nel gruppo si ha a Starrcade 1986, dove gli Andersons perdono uno Steel Cage Match per i NWA World Tag Team Championship contro i Rock'n'Roll Express (Ricky Morton e Robert Gibson). La posizione di Ole all'interno del gruppo viene rivista e nel febbraio 1987 viene espulso dal gruppo, con Ole che riceve attacchi per i mesi seguenti. Il suo posto viene rimpiazzato da Lex Luger e il gruppo continua a dominare. Intorno alla metà del 1987, forma un tag team con il suo compagno di stable Tully Blanchard. Il 29 settembre, insieme a Tully Blanchard conquista i NWA World Tag Team Championship sconfiggendo i Rock'n'Roll Express. Questa vittoria consolida ancora di più la stable, con Lex Luger e Ric Flair anch'egli campioni. A Starrcade 1987, insieme a Blanchard, difende i titoli contro i Road Warriors. Nel dicembre 1987, Luger abbandona i Four Horsemen cominciando un feud con il gruppo, in particolare con Ric Flair. Nei primi mesi del 1988, Luger forma un tag team con Barry Windham cominciando a sfidare Anderson e Blanchard per i titoli. Riescono finalmente a conquistare i titoli a Clash of Champions I. Tuttavia, Anderson e Blanchard hanno conquistato il NWA World Tag Team Championship per la seconda volta un mese dopo, quando Windham tradisce Luger, entrando a far parte dei Four Horsemen. Anderson e Blanchard cominciano ad avere degli screzi con Crockette a causa della loro paga. Il loro ultimo match si ha il 10 settembre, dove perdono i titoli contro i Midnight Express (Bobby Eaton e Stan Lane).

World Wrestling Federation (1988-1989)

Anderson e Blanchard firmano un contratto con la World Wrestling Federation di Vince McMahon. Il loro tag team prende il nome di Brain Busters, con Bobby Heenan come manager. Anderson partecipa al Royal Rumble Match alla Royal Rumble 1989, non riuscendo a vincerla. Nella puntata di Saturday Night's Main Event del 29 luglio, Blanchard e Anderson conquistano i WWF Tag Team Championship sconfiggendo i Demolition (Ax e Smash), terminando un regno durato 478 giorni. I Demolition riconquistano i titoli il 2 ottobre.

World Championship Wrestling (1990-2001)

Nel dicembre 1989, Anderson lascia la WWF e torna nella sua vecchia federazione, adesso chiamata World Championship Wrestling, controllata dal magnate Ted Turner. Al suo ritorno, Anderson aiuta a riformare i Four Horsemen, conquistando il NWA World Television Championship per la seconda volta il 2 gennaio 1990, sconfiggendo The Great Muta. Anderson ha mantenuto il titolo per quasi tutto l'anno, cedendolo a Tom Zenk. Anderson riconquista il titolo per la terza volta il 14 gennaio, adesso rinominato WCW World Television Championship. Il suo regno dura per cinque mesi, perdendo il titolo a SuperBrawl contro Bobby Eaton. Nell'estate del 1991, Anderson forma un tag team con Larry Zbyszko assumendo il nome di The Enforcers. A Clash of Champions XVI:Fall Brawl, Anderson e Zbyszko conquistano i WCW Tag Team Championship contro Bill Kazmaier e Rick Steiner. Il loro regno dura due mesi, perdendo le cinture a Clash of Champions XVII contro Ricky Steamboat e Dustin Rhodes, con il team che si scioglie. Dopo la rottura, Anderson forma un altro tag team con Bobby Eaton, suo amico di lunga data, entrando a far parte della Dangerous Alliance. I due conquistano i WCW Tag Team Championship il 16 gennaio 1992 contro Ricky Steamboat e Dustin Rhodes. Difendono le cinture per quattro mesi e mezzo, perdendole a maggio contro gli Steiner Brothers.

Four Horsemen e World Television Champion (1993-1995)

Nel maggio 1993, Anderson riforma i Four Horsemen originali con Flair, Ole Anderson e Blanchard. Tuttavia, Blanchard fallisce un test antidroga e viene licenziato, con il suo posto che viene preso da Paul Roma. A Clash of Champions XXIV, insieme a Roma, conquista i WCW Tag Team Championship per la quinta volta sconfiggendo Lord Steven Regal e Steve Austin. Perdono i titoli a Fall Brawl 1993 contro i Nasty Boys (Brian Knobbs e Jerry Sags). I Four Horsemen si sciolgono poco dopo, non riscuotendo il successo di una volta. Nel 1994, si unisce alla stable di Rob Parker con Terry Funk, Steve Austin e Meng. Il gruppo ha un feud con Dusty e Dustin Rhodes, ma si scioglie quando Meng si separa e si unisce ai Dungeon of Doom. A Clash of Champions XXX, Anderson conquista il WCW World Television Championship per la quinta volta sconfiggendo Johnny B. Badd. Anderson tiene il titolo per sei mesi, ridando prestigio alla cintura, perdendola a The Great American Bash 1995 contro The Renegade.